Concorso Amazon Storyteller: tutto quello che devi sapere

In questo articolo ti parlo del Concorso Amazon storyteller, il primo concorso in Italia per scrittori autopubblicati. Analizziamo i singoli aspetti per partecipare, vediamo alcuni retroscena interessanti e soprattutto ti fornisco i miei consigli tecnici per rendere questa occasione una reale opportunità di successo letterario, anche se non dovessi vincere il primo premio. Perché, ti svelo il primo segreto: uno solo sarà il vincitore, ma molti possono sfruttare la situazione per farsi notare indirettamente, almeno questo è quello che è successo in un altro Paese europeo di cui parlo nel dettaglio.

concorso amazon storyteller

Il Concorso Amazon Storyteller per scrittori indie virtuosi


Il Concorso Amazon Storyteller dopo essere stato proposto in altri Paesi del mondo arriva anche in Italia e porta con sé grande entusiasmo, perché permette finalmente al self publishing di avere l’attenzione che merita da parte dei media nazionali e dei lettori.

Se stai leggendo questo articolo forse già sai cos’è il self publishing. In caso contrario ti spiego brevemente qual è la grande opportunità che Amazon mette a disposizione di tutti.

Il premio del concorso verrà assegnato al miglior self publisher, cioè a colui che oltre ad aver scritto una storia emozionante ha curato la produzione editoriale come un vero professionista, o meglio come farebbe un editore serio.

Perché di fatto autopubblicare un romanzo vuol dire diventare editori di se stessi.

Di solito nei concorsi gli scrittori indie sono esclusi, mentre in questo caso tutta l’attenzione è rivolta su di loro, e su di te che ambisci a far parte di questo mondo alternativo che offre immense possibilità.

Se hai già esperienza con Amazon KDP sai che puoi caricare il tuo romanzo sulla piattaforma e permettere ai tuoi lettori di acquistarlo attraverso il metodo del print on demand, ovvero la stampa su richiesta.

Amazon diventa il circuito di distribuzione principale all’interno del quale, se sei bravo a promuoverti, potrai far conoscere il tuo romanzo e farti notare come autore.

Tuttavia il self publishing porta con sé molte insidie che ho analizzato in altri articoli del blog, però se ragionato in maniera intelligente può regalare grandi soddisfazioni. Ne ho avuto prova lavorando fianco a fianco con self publisher virtuosi.

Grazie al Premio letterario Amazon Storyteller adesso tutti parlano di autopubblicazione e questo fenomeno mi auguro possa aiutare anche le librerie e gli addetti ai lavori ad aprirsi un po’ di più verso gli scrittori autopubblicati, alcuni dei quali sono veramente molto bravi.

Adesso però addentriamoci nelle dinamiche del Concorso Amazon Storyteller. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con alcuni referenti di Amazon Italia e con un membro della giuria interna nonché bravissimo scrittore di thriller, Riccardo Bruni.

premio Kindle Storyteller Award

 

Il premio al miglior self publisher: ecco come partecipare


Per partecipare al Concorso Amazon Storyteller devi caricare il tuo romanzo tramite la piattaforma Kindle Direct Publishing (KDP) e inserire nella sezione delle keyword la parola chiave “Storyteller 2020”.

Dopo dovrai proseguire con tutti i passaggi fino alla pubblicazione dell’opera.

Una volta accettata la tua richiesta di pubblicazione vedrai il romanzo disponibile su Amazon e nella lista dei partecipanti al concorso.

Mi raccomando, l’opera deve essere inedita e deve essere pubblicata tra il primo Maggio e il 31 Agosto.

Tutte le opere pubblicate prima e dopo questo arco temporale non verranno prese in considerazione.

A novembre verrà annunciato il vincitore.

 

Come verrà selezionato il vincitore del Premio Amazon Kindle?


La selezione del vincitore di Amazon Storyteller avverrà dopo due tranche di lettura.

Nella prima parte della competizione i lettori svolgeranno un ruolo attivo e cruciale. Infatti la lista dei cinque finalisti verrà compilata in base al responso dei lettori e di alcuni addetti ai lavori.

Sappiamo che il ranking di Amazon viene influenzato da alcuni fattori che anche in questo caso condizioneranno la lista dei finalisti. I criteri sono:

  • Creativi (qualità dell’opera letteraria, copertina, descrizione);
  • Commerciali (pagine lette su Kindle Unlimited e vendite complessive);
  • Sociali (recensioni e visualizzazioni di pagina).

Di queste, mi è stato più volte sottolineato che la qualità del romanzo avrà un peso maggiore rispetto agli altri criteri.

La seconda tranche verrà eseguita da una giuria d’onore, nella quale figurano esperti di Amazon, autorità letterarie e giornalisti. Saranno loro a selezionare il vincitore del Concorso Amazon Storyteller.

Gli autori selezionati verranno contattati via telefono o e-mail. L’elenco ristretto dei finalisti verrà annunciato nella pagina Storyteller.

Gli organizzatori del Premio mi hanno confermato che l’unico criterio che verrà preso in considerazione dalla giuria per decretare il vincitore finale sarà la qualità del romanzo e l’originalità dello stile narrativo.

 

Tutti i vantaggi e perché dovresti partecipare anche tu


Il primo premio è molto allettante, perché vincere il Concorso Amazon Storyteller vuol dire avere una grandissima esposizione mediatica.

In palio c’è un premio in denaro, pari a tremila euro, che verrà accreditato sul conto corrente del vincitore.

Inoltre, e questo a mio parere è il vero premio, il vincitore riceverà un pacchetto di visibilità marketing del valore di ventimila euro da utilizzare su Amazon per promuovere il romanzo.

Il budget ti darà una visibilità incredibile che ti permetterà di aumentare le vendite, le recensioni e di scalare le classifiche come già successo in altri Paesi.

Al vincitore del Concorso Amazon Storyteller verrà anche proposto un accordo per la pubblicazione del libro in formato audio, da parte di Audible. Questa proposta non è vincolante, quindi anche in caso di vittoria non sarai obbligato ad accettare.

Ultimo dettaglio, ma non per importanza, è che il romanzo vincitore potrà essere tradotto e pubblicato nei circuiti esteri di Amazon.

 

I miei consigli da editor di romanzi freelance


Siamo giunti quasi alla fine di questa guida sul concorso noto nel mondo come Kindle Storyteller Award.

Per partecipare al concorso nel modo più soddisfacente e professionale possibile, ti consiglio di provare a pensare come un editore, e investire tempo di qualità per revisionare il romanzo, donargli una copertina originale e per impaginarlo come la piattaforma di KDP richiede.

Come abbiamo detto, autopubblicare significa diventare editore di te stesso. Per questo motivo è importante andare alla ricerca di figure professionali che operano da freelance e che ti possono aiutare a rendere il romanzo un prodotto letterario di grande livello, curandone l’aspetto esterno e interno con grande maestria.

Detto in altri termini, devi creare la tua redazione editoriale privata.

Per avere altri consigli sul concorso puoi guardare nel mio canale YouTube l’intervista con Riccardo Bruni, uno dei giurati, nonché scrittore di thriller di altissimo livello per la casa editrice di Amazon (Amazon Publishing).

Riccardo è stato molto generoso, e ha offerto diversi consigli derivanti dalla sua esperienza di autore indipendente.

 

Negli altri Paesi ha vinto la qualità narrativa


Per capire come funziona il Concorso Amazon Storyteller ho letto come è andata negli altri Paesi e ad esempio nel Regno Unito ci sono state diverse edizioni che hanno dato ai vincitori una grande spinta promozionale.

Il vincitore 2019 è stato Ian W. Sainsbury con il thriller psicologico The Picture On The Fridge.

Sainsbury ha debuttato nel panorama della thrilleristica con questo romanzo, ma non è un autore esordiente; anzi è considerato l’autore di romanzi di fantascienza più venduti su Audible.

Gli altri quattro finalisti erano:

  • Hannah Ellis con un romance;
  • Caimh McDonnell con un pulp thriller;
  • Claire Moore con un epic fantasy YA;
  • Emily Organ con un mystery storico.

Cosa hanno in comune tutti questi autori?

Nessuno (nessuno!) di loro era un esordiente. Sono tutti autori che hanno scritto tanto e venduto tanto in self publishing. Alcuni di loro grazie al Concorso Amazon Storyteller hanno incrementato la popolarità, ma tutti avevano alle spalle anni di pubblicazioni anche in altri contesti come quello televisivo o giornalistico.

Questo cosa ci insegna? Che la qualità dell’opera non deve mai essere data per scontata. Se ambisci a vincere questa competizione – ma vale per qualsiasi premio, concorso, torneo – devi scrivere un romanzo coerente, credibile e originale.

Il modo migliore per farlo è progettare la storia prima di iniziare la fase di scrittura vera e proprio.

Parlando con diversi autori che parteciperanno al concorso ho notato trapelare dalle loro parole l’ansia da prestazione. Spesso più teniamo a una cosa e più ci infiliamo in situazioni che danno vita a un disastro.

Partecipare a un concorso importante come questo, soprattutto se sei agli inizi e non hai molta esperienza con la scrittura di romanzi, può creare situazioni che in contesti di normalità non accadrebbero.

Ad esempio la già citata ansia da prestazione, il blocco totale della creatività oppure di contro la fretta di mettere il punto finale a un’opera acerba.

Ecco dunque che la progettazione narrativa diventa la tua più potente alleata per non perdere la giusta direzione. Avere un metodo di lavoro ti aiuta a orientare la fantasia, controllando le dinamiche della narrazione.

Questo forse è il segreto dei grandi scrittori, a differenza di quello che pensa la maggior parte degli autori emergenti e di quello che purtroppo dicono molti insegnanti di scrittura creativa.

Poi naturalmente ognuno ha il suo metodo e il progetto del romanzo può essere cambiato in corso d’opera, ma difficilmente una storia ben costruita pecca di credibilità e coerenza. I due elementi che distinguono una storia emozionante da una mediocre o assolutamente da cestinare.

Dunque se hai mille dubbi e tante incertezze il primo passo per scrivere un ottimo romanzo e partecipare al Concorso Amazon Storyteller in grande stile è seguire il corso Progettazione su Misura.

Ti auguro il successo letterario che meriti,

Stefania Crepaldi